PER LA MENTE,
CON IL CUORE

Evento

Faro Itaca | Da lunedì 3 giugno la nuova linea d’ascolto dedicata a chi vive a stretto contatto con la Malattia Mentale

Faro Itaca | Da lunedì 3 giugno la nuova linea d’ascolto dedicata a chi vive a stretto contatto con la Malattia Mentale

29/05/2019
Una linea d’ascolto per parenti e amici di persone con disturbi mentali
Ecco “Faro Itaca”, il nuovo servizio di Progetto Itaca Firenze Onlus
 
A partire dal 3 giugno un momento di accoglienza e un importante aiuto in più per tutti coloro vivono a stretto contatto con questo tipo di problematiche. Il servizio è attivo dalle 15 alle 18 da lunedì a venerdì.
 

Le malattie psichiatriche in molti casi, oltre a destare incomprensione, continuano ad essere considerate un argomento tabù. 

Ecco perché Progetto Itaca Firenze, la Onlus che offre gratuitamente servizi di prevenzione, di informazione e di riabilitazione sociale e lavorativa per giovani affetti da disturbi mentali e i loro cari, lancia a partire da lunedì 3 giugno “Faro Itaca”: una linea d’ascolto per parenti e amici di persone affette da malattie psichiatriche, un momento di accoglienza e orientamento. 

“Faro Itaca” sarà contattabile al 371 3358465 da lunedì a venerdì, dalle 15:00 alle 18:00, anche via whatsapp. 

“Gli utenti potranno chiamarci per telefono o potranno chattare via whatsapp, la chat sarà uno strumento in più per evitare la difficoltà e l’eventuale imbarazzo di un primo contatto telefonico, che poi sarà comunque incentivato” –  afferma Maurizio Faggi, responsabile del servizio per  Progetto Itaca Firenze Onlus – “Faro Itaca offrirà aiuto a tutti coloro che si trovano ad essere in contatto con persone con malattie psichiatriche o disturbi mentali gravi: genitori di figli malati, figli di genitori malati, amici di malati e in generale caregivers di persone con disturbo mentale.

I volontari che risponderanno a Faro Itaca sono stati formati per porre attenzione alle problematiche e alle esigenze di coloro che chiamano, dunque all’ascolto, all’empatia e al non giudizio.

Oltre a ciò cercheranno di promuovere nell’utente il rafforzamento delle proprie risorse. Sono stati inoltre formati per conoscere i servizi di salute mentale del territorio e quelle problematiche legate alla salute mentale come “il dopo di noi” (ad esempio i servizi da offrire ai parenti malati o le problematiche ereditarie e patrimoniali che si presentano dopo la morte dei cosiddétti caregivers)”. 

Per maggiori info clicca qui

 

 

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie, nel rispetto della tua privacy e dei tuoi dati e in ottemperanza alle direttive del GDPR (UE) 2016/679. Leggi

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi